Molti scandali di corruzione da NRW. Il primo ministro Laschet con suo figlio in una merda completamente profonda. Un totale di quasi mezzo miliardo di euro.

Molti scandali di corruzione da NRW. Il primo ministro Laschet con suo figlio in una merda completamente profonda. Un totale di quasi mezzo miliardo di euro.

Il governo statale aveva solo la materia prima per controllare i camici. Armin Laschet è stato preso di mira a causa della storia delle maschere iniziata con abiti protettivi

00:00:00
https://www.welt.de/politik/deutschland/article222891064/Laschets-Millionen-Deal-Zur-Pruefung-der-Kittel-lag-der-Landesregierung-nur-der-rohe-Stoff-vor.html
00:00:00
Il controverso contratto di aggiudicazione per gli abiti Corona nella Renania settentrionale-Vestfalia mostra quanto fosse grande la preoccupazione del governo statale in primavera di uscire dagli indumenti protettivi. La ricostruzione del ministro della salute responsabile rivela dettagli dubbi.
00:00:05
Karl-Josef Laumann (CDU) voleva chiarire questo fastidioso problema, in particolare il sospetto di nepotismo che l'opposizione coltiva da settimane. Il ministro della Sanità della Renania settentrionale-Vestfalia ha parlato come al solito in modo pesante, con alcune osservazioni divertenti. Ma soprattutto l'SPD non si è arreso.
00:00:10
Il tempo delle interrogazioni della scorsa settimana in Parlamento è durato quasi due ore. “Abbiamo fatto le cose al meglio delle nostre conoscenze e convinzioni. Posso anche davvero escludere qualsiasi tipo di corruzione e simili. Ne sono abbastanza sicuro ", ha detto Laumann.
00:00:15
Si tratta di un controverso accordo da un milione di dollari tra il governo statale e un'azienda tessile che è stato reso possibile dal figlio del primo ministro Armin Laschet (CDU) di tutte le persone. In qualità di fashion blogger, Joe Laschet presenta anche i prodotti dell'azienda van Laack di Mönchengladbach su Internet e ha inoltrato il numero di cellulare del capo Christian von Daniels a suo padre. Infatti, Armin Laschet ha riferito all'imprenditore una domenica sera, era il 29 marzo, e hanno parlato di maschere protettive, perché erano urgentemente necessarie all'inizio della pandemia della corona.
00:00:20
Pochi giorni dopo, i dipendenti del governo statale sono venuti a controllare il materiale e alla fine di aprile è stato firmato un ordine per un volume lordo di circa 45 milioni di euro, ma non per le maschere, ma per dieci milioni di camici di protezione medica. Non c'era pubblicità. In tempi normali questo sarebbe un vero e proprio scandalo. Tuttavia, la primavera del 2020 è stata una situazione eccezionale in cui non si applicavano le normali procedure. C'era anche un decreto dello Stato che autorizzava l'aggiudicazione dei contratti durante la pandemia senza gara d'appalto.
00:00:25
L'opposizione vede tuttavia un problema nel business, perché dal loro punto di vista van Laack è stato preferito a svantaggio di altre aziende tessili. Il leader del gruppo parlamentare dell'SPD Thomas Kutschaty considera la procedura di Van Laack "una condotta che viola tutti i principi di buon governo". E 'anche "illegale" perché, anche nel più grande bisogno, dovrebbero essere ottenute almeno tre offerte concorrenti, ha detto la scorsa settimana al parlamento statale.
00:00:30
Nessuna azienda dovrebbe subire svantaggi perché aderisce a leggi e regolamenti, e nessuna azienda dovrebbe avere un vantaggio competitivo "solo perché ha accesso esclusivo al capo del governo". Per van Laack era possibile un accordo "che non era possibile per altre società". Queste accuse ora pesano su Laschet, che vuole imporsi nella lotta per la presidenza della CDU e per la candidatura a cancelliere.
00:00:35
La controversia che circonda l'attività Van Laack è un esempio di ciò che accade quando le linee guida applicabili per evitare di trarre vantaggio da una situazione di emergenza non sono più in vigore e nessuno deve fare uno sforzo per esaminare attentamente gli ordini. La sensazione tra le persone coinvolte che una procedura come quella di Van Laack potesse avere un sapore sembrava essere stata eliminata.
00:00:40
Il ministro della Salute Laumann, la cui casa era responsabile degli affari con van Laack, non vuole vedere nulla di riprovevole o sbagliato negli affari. Nel Tempo delle interrogazioni, il democristiano ha ricordato la situazione all'inizio della pandemia. Allora c'era una "drammatica carenza di dispositivi di protezione": "A quel tempo c'era davvero bisogno di persone".
00:00:45
Le offerte erano per lo più dubbie
00:00:50
Il ministero riceveva centinaia di offerte ogni giorno, circa 7000 in totale, e la maggior parte di esse erano dubbie. Si è preso cura di un team di 30 persone a casa sua, inesperte in questioni di approvvigionamento, sotto pressione estrema. “Abbiamo fatto ciò che era possibile. Perché non volevo rispondere dell'esaurimento del nostro materiale protettivo. Penso che lo capiate tutti ", ha detto Laumann. Ha anche chiarito che van Laack era stato uno dei tanti appaltatori.
00:00:55
Il governo statale ha chiuso ordini per indumenti protettivi con 40 aziende tra febbraio e inizio maggio, per un totale di quasi mezzo miliardo di euro. Laumann descrive un grande sollievo quando Laschet lo ha chiamato dopo la telefonata con l'imprenditore: "Quando sono andato a letto ho avuto la bella sensazione che finalmente si fosse finito di fare le valigie per ottenere indumenti protettivi".
00:01:00
Tuttavia, è sempre più chiaro che van Laack ha ricevuto un sostegno speciale dalla telefonata personale del Primo Ministro per l'incarico che altre società non avrebbero avuto la possibilità di ricevere. Per quanto ne sappiamo, Laschet non ha telefonato a nessun altro imprenditore. Non ci sono "praticamente informazioni sulle discussioni che il Primo Ministro non tiene pubblicamente", ha detto Laumann.
00:01:05
All'inizio si trattava di maschere, come hanno ritratto gli imprenditori e il Presidente del Consiglio. “A quel tempo, la società van Laack non era in grado di produrre maschere che avessero la qualità di una maschera FFP2. Abbiamo parlato con l'azienda e il risultato è stato lo sviluppo di camici protettivi. È andata così ", ha detto Laumann durante il Tempo delle interrogazioni. Ma van Laack non ha potuto mostrare camici protettivi per i test, solo tessuto. Secondo Laumann, questo materiale non cucito è stato ritenuto dall'Istituto per la sicurezza sul lavoro di qualità sufficiente, almeno per il periodo della pandemia.
00:01:10
Resta la questione se un'altra azienda avrebbe potuto fornire tali camici protettivi a questi termini in uno scambio simile con il ministero. Questo è difficile da ricostruire in retrospettiva, ma a quanto pare non è stato pensato in primavera. Piuttosto, Laumann ha chiarito che il contatto con van Laack era sufficiente.
00:01:15
"Forse è un po 'della mentalità che ha un buon Westfaliano: se sono in buona conversazione con qualcuno, non guido due volte - non so quale fosse il motivo." Laumann qui intende il fatto che nessun altro produttore è stato richiesto. In ogni caso, non c'era nessuna intenzione dietro. Nel Tempo delle interrogazioni, i parlamentari della SPD hanno chiesto perché il governo dello stato non avesse contattato la società Seidensticker di Bielefeld.
00:01:20
Seidensticker ha fatto un'offerta
00:01:25
Laumann era un po 'burbero: “Certo che avresti potuto andarci anche tu. Al contrario, devo anche dire che una società così rinomata nel Nord Reno-Westfalia dovrebbe probabilmente sapere anche chi è il ministro della Salute qui. Avresti potuto parlare anche con me. "
00:01:30
Seidensticker aveva effettivamente fatto un'offerta per maschere di tutti i giorni, ma il ministero di Laumann non poteva usarle. Apparentemente non ci furono ulteriori scambi. “Nessun primo ministro, nessun ministero della salute e nemmeno un alto funzionario chiamato Seidensticker. Nessuno chiama lì, presso il più grande produttore tessile del nostro paese ”, ha criticato Kutschaty, leader del gruppo parlamentare dell'SPD.
00:01:35
Van Laack ha ora ricevuto altri due ordini per maschere protettive per la polizia, ancora una volta senza gara, ancora una volta questo è stato giustificato da uno sviluppo imprevedibile della pandemia. La Camera degli appalti pubblici della Renania sta ora esaminando la denuncia di una società contro uno di questi contratti. Da Laumann si tramanda la citazione, che dopo la pandemia “non ha 'fatto un casino' alla revisione dei conti, ha sbagliato tutto”.
00:01:40
Per l'azienda stessa, lo sviluppo è apparentemente un grande successo. Laumann ha dichiarato nel Tempo delle interrogazioni di essere contento che van Laack abbia ulteriormente sviluppato l'abito protettivo e che "è diventato definitivamente un fornitore di indumenti protettivi sul mercato normale per le cliniche ben note nello stato del Nord Reno-Westfalia".


Links: Afrikaans Albanian Amharic Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bengali Bosnian Bulgarian Catalan Cebuano Chichewa Chinese Chinese (China) Chinese (Taiwan) Corsican Croatian Czech Danish Dutch English Esperanto Estonian Filipino Finnish French Frisian Galician Georgian German Greek Gujarati Haitian Creole Hausa Hawaiian Hebrew Hebrew Hindi Hmong Hungarian Icelandic Igbo Indonesian Irish Italian Japanese Javanese Kannada Kazakh Khmer Kinyarwanda Korean Kurdish (Kurmanji) Kyrgyz Lao Latin Latvian Lithuanian Luxembourgish Macedonian Malagasy Malay Malayalam Maltese Maori Marathi Mongolian Myanmar (Burmese) Nepali Norwegian Odia (Oriya) Pashto Persian Polish Portuguese Punjabi Romanian Russian Samoan Scots Gaelic Serbian Sesotho Shona Sindhi Sinhala Slovak Slovenian Somali Spanish Sundanese Swahili Swedish Tajik Tamil Tatar Telugu Thai Turkish Turkmen Ukrainian Urdu Uyghur Uzbek Vietnamese Welsh Xhosa Yiddish Yoruba Zulu Yandex.Metrica